Rascioni & Cecconello

La cultura di fare il vino.

Per una degustazione venite a trovarci in cantina.

Rascioni & Cecconello per i propri vini, impiega un vitigno autoctono, il ciliegiolo in purezza.

Oggi Sabrina ed il figlio Emanuele eredi della passione di Paolino e Vinicia, insieme al marito Paolo Papini, hanno assunto la gestione e la responsabilità dell’azienda vinicola.

Nel frattempo, il suo impareggiabile Poggio Ciliegio, ha ottenuto successi e riconoscimenti.

Il podere si trasforma in un’azienda moderna e funzionale oggi in conversione biologica. 

Tale certificazione è stata conseguita presso l’organismo di certificazione e controllo Suolo e Salute.

La cantina diventa punto di riferimento della produzione vinicola toscana. 

Un ringraziamento ai suoi enologi, Attilio Pagli, e Giacomo Cesari ai quali va attribuito il merito di aver creduto nella produzione del vino Poggio Ciliegio.

Pensare come un’uva considerata complementare come il ciliegiolo possa essere convincente, se vinificata in purezza.

Oggi il giovanissimo Emanuele Papini perito agrario ed enologo, segue meticolosamente il ciclo produttivo, dal vigneto alla cantina.

Attualmente vengono prodotte più tipologie di vino a base di vitigni autoctoni come il Ciliegiolo, il Sangiovese e il Vermentino.

La nostra cantina è lieta di accogliervi per una degustazione

Sabrina Cecconello e figlia
Vitigno Ciliegiolo

1 comment

  1. Prof. Michael Wessel ha detto:

    Oggi, il 23 novembre 2019, ho bevuto un Poggio Capitano del 1997 (comprato nel 2004 nella vostra azienda), quindi un vino di 22 anni. Era fantastico, fresco, tondo, sinfonico! Grazie per un lavoro così perfetto. Un saluto dalla Germania di Michael Wessel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top