Orbetello

Orbetello il mulino

Orbetello il mulino

Orbetello, paese della Maremma Grossetana, dista da Grosseto poco più di 40 chilometri e si trova al centro dell’omonima laguna, importante riserva naturale creata e gestita dal Wwf, considerata una delle più importante aree di svernamento per molte specie di uccelli, già insediamento umano a partire dal periodo etrusco.

Nel 280 a.C. i Romani ne assunsero il controllo e contemporaneamente fondarono la città di Cosa, capitale politica e amministrativa del territorio, vicino ad Ansedonia, collocata sull’omonimo promontorio, noto sito archeologico ricordato per importanti opere ingegneristiche quali sono la Tagliata Etrusca, di età etrusco-romana studiata per evitare che l’antico porto si insabbiasse e lo Spacco della Regina.

Durante il periodo medievale, Orbetello è in mano alla famiglia Aldobrandeschi che la presidia fino agli inizi del trecento, quando passa poi sotto il controllo di Orvieto, gli Orsini di Pitigliano però ne rivendicano la proprietà, le lunghe guerre portano così ad indebolire le difese e fu così conquistata agli inizi del quattrocento dai Senesi che la controllano fino alla metà del cinquecento circa, quando l’intera zona passa sotto il dominio del Regno di Napoli, nello Stato dei Presidi, diventandone la capitale.
Solo agli inizi dell’ottocento, entra a far parte del Granducato di Toscana.

Orbetello, è divisa in diverse frazioni:
– Albinia, sviluppatasi intorno agli anni ’50 con la riforma fondiaria, tristemente giunta alle cronache per l’alluvione del 12 Novembre 2012 causata dall’esondazione del fiume Albegna
– Fonteblanda, piccola località turistica alle pendici di Poggio Talamonaccio
– Giannella, situata al centro dell’omonimo tombolo caratterizzata da lunghe spiagge sabbiose, pineta e macchia mediterranea
 Talamone punto di sbarco nel 1860 di Garibaldi con i Mille per effettuare un rifornimento durante la spedizione.

Non meno importanti, altre località da ricordare sono : Barca del Grazi, Bengodi, Doganella, La Parrina, Pitorsino, Polverosa, Quattro Strade, Querciolaie, Saline Sadun, San Donato